Sei un idraulico? Ecco come evitare il mal di schiena (e non perdere giorni di lavoro)

Soffrire di dolori alla schiena è antipatico, ma lo è ancora di più se svolgi una professione che richiede movimento e in qualità di lavoratore autonomo. I motivi sono due.

  • Non ti puoi fermare. Riposarti, se non è necessario, è fuori discussione. Perderesti giorni di lavoro e quindi denaro. 
  • Se non ti fermi, la situazione peggiora. Un dolore alla schiena può diventare cronico, può anche trasformarsi in un’ernia. 

Insomma, il mal di schiena è… Un cane che si morde la coda! 

E senza dimenticare l’aspetto psicologico. Se stai fermo, pensi al denaro che stai perdendo. Se non ti fermi, devi convivere con il dolore e questo logora non solo il corpo ma anche lo spirito. Al classico stress del lavoratore autonomo, si aggiunge lo stress di dover stringere i denti e andare avanti.

Ma non è finita qui: il dolore fisico e cronico si ripercuote anche nella sfera privata. Chi vive in uno stato di disagio costante, va a lavorare nervoso e torna a casa ancora più arrabbiato. L’ambiente familiare ne soffre, e quindi anche chi ti vuole bene. 

L’unico modo per risolvere la questione è… Fare in modo che non si verifichi. Insomma, prevenire gli infortuni. 

Come prevenire gli infortuni da idraulico

Il primo passo è individuare l’ostacolo più imponente, la fonte di rischio più importante. Ovvero… Le scale. Pensa un po’: trasportare oggetti pesanti è un problema, figuriamoci trasportarli percorrendo dei gradini. 

La soluzione più logica è dotarsi di un carrello saliscale. Grazie a questa tipologia di carrelli non suderai più freddo, quanto scoprirai che il tuo cliente si trova al secondo, al terzo, al quarto piano. Dove trasportare oggetti del mestiere, quali la cassetta degli attrezzi, tubi e scaldabagni per decine e decine di gradini è sempre un rischio.

Ma fai attenzione al modello che scegli, in quanto l’acquisto potrebbe risultare controproducente. In questo articolo ti mostriamo le differenze tra i vari modelli. https://www.fidosaliscale.com/comunicati-stampa/idraulico-vs-infortuni-da-superman-ad-iron-man-grazie-a-fido-mate-30/

Intanto ti anticipiamo che il migliore sulla piazza, quello più “adeguato” al mestiere di idraulico è il Fido Mate 30.

Con il nuovo Fido Mate 30, la fatica di sollevare e trasportare oggetti pesanti sarà solo un ricordo. 

Fido Mate 30 risolve il problema degli infortuni alla radice: zero sforzo per la schiena, zero rischio infortuni.

Insomma, ti salva da un futuro fatto di antidolorifiche infiltrazioni, visite mediche. 

Ma cos’è nello specifico?

Fido Mate 30 è un carrello saliscale motorizzato. Ciò significa che si muove da solo, o necessita al più di una leggerissima guida. Ecco le sue caratteristiche più interessanti.

  • E’ leggero, pesa solo 12 kg.
  • E’ resistente, può trasportare fino a 30 kg.
  • Passa dappertutto, anche dalle scale più anguste, in quanto il suo design è compatto.
  • E’ prestante come un carrello saliscale classico, ma costa molto meno. 
Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00